Maria grazia gentile - Fisioterapista - Studio Riabilitazione
INIZIO CORSI DI RI-EDUCAZIONE AL MOVIMENTO ANNO 2019 - 2020
La Ri-Educazione al Movimento (madre della Ginnastica Posturale)

Un progetto della Fisioterapia e Riabilitazione; un lavoro sulla postura e sulle abitudini corrette del corpo, da potersi effettuare in gruppo.

Consigliato a tutti coloro che soffrono di patologie della colonna vertebrale e muscoloscheletriche; per coloroche hanno gravi disfunzioni posturali come ernie discali, la scoliosi; coloro che soffrono di patologie della spalla, delle ginocchia, dei piedi, disturbi del perineo e per chi ha subito interventi di artoprotesi.

Possono partecipare persone con patologie neurologiche come il Parkinson o con esiti di ictus cerebrali. Coloro che hanno necessità di imparare a muoversi correttamente lavorando sulla postura per eliminare dolori, recuperare energia, divenire capaci di rilassarsi e attuare tante altre pratiche per ritrovare salute e benessere.

Le tecniche, frutto di anni di studio ed esperienza, vengono da me utilizzate e proposte anche per coloro che lavorano molto seduti e al computer, per chi si sente troppo rigido e contratto, per le persone tese ed insonni.

Il percorso che offro si svolge attraverso l’ascolto del corpo, la consapevolezza del movimento, del rilassamento e il respiro.

Una sessione molto importante è dedicata infatti alla “scoperta” del respiro! L’armonizzazione tra respiro e movimento raggiunge lo scopo di sciogliere blocchi e tensioni muscolari, specialmente al livello delle spalle e del collo.Noterete con il tempo una modificazione dell’intera postura.

Abilità richieste: possibilità, anche con piccolo aiuto, di potersi sdraiare ed alzare da terra.

MATTINO:

1 gruppo Martedì dalle ore 9,00 alle 10,30
2 gruppo Mercoledì dalle ore 9,00 alle 10,30
3 gruppo Giovedì dalle ore 9,00 alle 10,30
POMERIGGIO:
1 gruppo Martedi dalle 18,00 alle 19,30
Telefonare presso il mio Studio di Fisioterapia a Narni Scalo Tr 0744/743353 oppure al 328.2775741.

Vi aspetto!

Maria Grazia

PARLIAMO DI SCIATICA
Inizio l’ articolo affermando due cose: 1) che esiste una sciatica reale e conclamata e una "falsa" sciatica. 2) che nella esposizione sotto riportata quando uso il termine “causa” questa è solo descrittiva. La reale causa della sciatica, come di qualsiasi altro dolore articolare, va ricercata nei nostri abituali movimenti errati; nei nostri processi viscerali,, nella nostra indifferenza ad ascoltare il corpo, tranne quando arriva il dolore; nel considerarci a "pezzetti" e non nell'insieme. Non tutti i dolori che interessano la parte posteriore dell'arto inferiore sono da attribuirsi ad una sciatica. Anche in presenza di una ernia vertebrale, questa non è detto sia la causa della parestesia o del dolore bruciante dell'arto. La vera sciatica si presenta, alla risonanza magnetica, con una importante ernia vertebrale che comprime la radice nervosa dello sciatico, per l'appunto. Il dolore inizia dalla parte bassa della colonna vertebrale, percorre posteriormente tutta la coscia, il polpaccio e termina sulla punta del piede rendendo impossibile, nei casi più gravi, sollevarne l'alluce e le dita da terra. È intrattabile, la persona che ne soffre sembra non trovare pace in nessuna posizione. Quando da supino si prova a sollevare, anche di poco, tutta la gamba, il dolore si accentua ( manovra di Lansegue ). Il paziente, in questo caso, dovrà astenersi da qualsiasi attività domestica o lavorativa, osservando il dovuto riposo, mentre il medico consiglierà la terapia farmacologica più adeguata. Uno dei maggiori imputati, o meglio, la “goccia che fa traboccare il vaso” dell’infiammazione sciatalgica è l’ennesimo sforzo fisico eccessivo in presenza di una cattiva postura, vecchie cicatrici addominali o ripetute infiammazioni viscerali che deviano la colonna. Vorrei precisare che non esiste una sciatica che inizia dal ginocchio e scende, non esiste una sciatica che inizia dal piede e sale verso la coscia, non esiste una sciatica che dalla coscia gira intorno al ginocchio. Il decorso dello sciatico è UNO, preciso e inequivocabile; non ha " percorsi alternativi"! La Riabilitazione inizierà quando attenuato, ma non completamente scomparso, il dolore. Dobbiamo ricordare che proprio “quel” minimo di dolore ci guiderà nel compiere il GIUSTO movimento, praticare una buona Rieducazione Posturale e cambiare le cattive abitudini di vita quotidiana. La "falsa" sciatica, detta anche “sindrome del piriforme”, si manifesta nella parte esterna del gluteo, prosegue posteriormente lungo la coscia e può arrivare ad interessare il piede o fermarsi al ginocchio. Può essere presente una ernia, ma molto spesso è di piccole dimensioni. La causa della compressione dello sciatico e il conseguente dolore, accompagnato spesso dal formicolio nella gamba, è dato dalla rigidità o dalla contrattura di un piccolo muscolo triangolare, il piriforme, localizzato in profondità nella natica. In questa caratteristica circostanza ci sono posizioni che attenuano il dolore; alcune persone stanno meglio se camminano, altre se stanno sedute, altre ancora hanno sollievo con l'arto alzato o piegato. Per tutti coloro affetti dalla " falsa" sciatica, mettere la colonna in scarico è di grande sollievo. In questi casi una Rieducazione Posturale e una Ginnastica Posturale precoce aiuterà a superare il dolore e ristabilirà a breve il giusto equilibrio funzionale. TUTTI si dovranno far carico di modificare le proprie abitudini quotidiane. Tutti gli sportivi torneranno a praticare la loro attività fisica dal momento che avranno anche imparato a modificare il loro gesto atletico. I pigri e i sedentari torneranno di nuovo a sorridere! Venite a trovarci nel nostro studio di Fisioterapia e Riabilitazione di Maria Grazia Gentile, Narni Scalo Tr vi daremo informazioni e supporto. RiEducazione Al Movimento Ginnastica Posturale Riabilitazione Motoria Riabilitazione Tecniche Manuali Terapia Cranio Sacrale
COS’È LA POSTURA?
Cosa è la postura… Da oltre trenta anni, nel mio studio di Fisioterapia e Riabilitazione di Narni Scalo Tr, tratto persone che hanno vari problemi fisici e gravi menomazioni o presentano malattie invalidanti; cerco di aiutarle riappropriarsi del proprio corpo e della propria POSTURA. Che cos’è la postura? La postura è data dalla struttura ( ossa, articolazioni, viscere..)e dalla funzione di questi apparati tra di loro. STRUTTURA FUNZIONE E’ ciò che caratterizza una persona e lo rende unico tra gli individui. E’ ciò che ci fa riconoscere una persona da lontano per il suo modo di stare in piedi, di camminare e gesticolare. La postura siamo NOI: il nostro corpo esteriore fatto di ossa, muscoli, apparati PIU’ il nostro mondo interiore fatto di desideri, emozioni, pensieri che ci relazionano con il mondo esterno. Ma come fa il corpo a percepire il mondo esterno? Attraverso gli organi di senso: tatto, udito, gusto, olfatto, vista. Questo significa che il nostro cervello è perennemente in contatto con i nostri sensi. L’informazione arriva attraverso il sensore occhio…..il sensore orecchio….; il sensore trasferisce e traduce tutte le informazioni che a questo punto sono diventate elettriche, quindi energetiche, al centro della memoria nel cervello e da qui in poi si innesca la risposta del corpo: molto è inconsapevole o inconscia, rare altre volte consapevole o conscia. Funzioniamo così, sempre. I nostri sensi sono sempre attivi e così noi siamo sempre in contatto con l’ambiente. Questo meccanismo antico ci serviva un tempo per difendere la nostra vita da animali feroci o dai nemici e salvaguardare la nostra specie. E’ un processo che, con l’evoluzione, si e’ affinato con noi. I nostri desideri e le nostre emozioni ci guidano in un territorio dove l’uso del pensiero inconsciamente ne amplifica la potenza, ma l’imput e’ sempre lo stesso:sapere se noi siamo in pericolo o no. Secondo la percezione avrò un comportamento. Se c’è pericolo avrò una emozione di paura e quindi un comportamento di protezione, se non c’è pericolo avrò una emozione di amore e quindi adotterò un comportamento di crescita. AMBIENTE PERCEZIONE SENSI EMOZIONE COMPORTAMENTO. La nostra postura è quindi la somma dei quattro precedenti più un’altra cosa che si trova tra l’ambiente e la percezione e si chiama CREDENZA. Questo viene studiato da una nuova scienza che si chiama Epigenetica e che in parole povere ci dice che POCO è genetico, MOLTO è determinato dall’ambiente e da come noi lo percepiamoanche attraverso le nostre CREDENZE; personali o familiari ( e per familiari intendo anche della nazione, del posto in cui vivo, della religione etc.) Tutto questo per dire che se siamo in armonia con l’ambiente siamo anche fiduciosi, costruttivi e rilassati; se siamo in conflitto con l’ambiente ci sentiremo diffidenti, insicuri e tesi. Tutto il nostro corpo dimostrerà il disagio di vivere. Avremo allora contratture, dolori di varia intensità, mal di stomaco, crampi addominali… RiEducazione Al Movimento Ginnastica Posturale Riabilitazione Motoria o Kinesiterapia Riabilitazione Tecniche Manuali Terapia Cranio Sacrale