Maria grazia gentile - Fisioterapista - Studio Riabilitazione

L'Artrte Reumatoide: possibilità

Scritto da: Maria Grazia Gentile Il: 10/06/2019
Chi soffre di artrite reumatoide, e non confondiamo l’artrosi e le sue deformità con la malattia reumatica riscontrabile con opportuni accertamenti ematici, può trarre grande beneficio da un adeguato Trattamento Riabilitativo associato alla terapia farmacologica. Lo abbiamo appreso nella nostra esperienza ed è oramai convalidata da fonti scientifiche internazionali, essendo una patologia che può avere un aggravamento altamente invalidante.

Non è più possibile considerare le malattie reumatiche solo sotto il profilo osteoarticolare, esse vanno inquadrate nel contesto specifico della persona in quanto condizionano profondamente la qualità della vita del soggetto.

Il nostro obiettivo come Fisioterapisti è quello di prevenire, mantenere o ripristinare la capacità funzionale e articolare dell’intero apparato locomotore, compatibile con lo stadio della malattia.

Agendo preventivamente una volta diagnosticata la patologia, le tecniche di Riabilitazione da noi utilizzate, focalizzano il trattamento alla singola e specifica persona, riducendo notevolmente la sintomatologia dolorosa e prevenendo le deformità.

Possiamo suddividere il programma riabilitativo per i tre gradi che considerano lo stadio della malattia

- Primo grado: riguarda la diagnosi precoce della malattia e la risoluzione di problematiche mediche preesistenti. In questa fase si considerano tutte le componenti fisiche, la tipologia di lavoro del soggetto, la sua vita sociale, quella affettiva, la sua alimentazione. Ogni persona è diversa dall’altra pur manifestando la stessa patologia che caratterizza il soggetto. Ogni individuo ha infatti la sua storia familiare composta di malattie ereditarie, problemi posturali, atteggiamenti emotivi e mentali che lo caratterizzano. Nel corso della vita, i traumi, il lavoro che si svolge, le pratiche sportive e le malattie pregresse, le abitudini di movimenti sbagliati, interagendo con questi fattori costituzionali, concorrono a produrre modalità improprie nella gestualità e che si fissano come posture scorrette. L’artrite reumatoide, quando insorge quindi, va a sovrapporsi a una eventuale errata situazione “posturale” preesistente, creando ulteriori disequilibri. Compito della Riabilitazione e della Fisioterapia in questa fase, è quello di lavorare sulla Postura, Insegnare movimenti corretti, Educare ad uno stile di vita adeguato.

- Seconda grado: quando la malattia non è stata diagnosticata per tempo ed è ormai conclamata con malformazioni già instaurate, si agisce immediatamente sui comportamenti sbagliati che inducono movimenti e posture antalgiche creando ulteriore dolore, rigidità e deformità. Per esempio se l’artrite reumatoide interessa un ginocchio o un polso, la persona riduce il movimento nel primo e la gestualità nel secondo per gestire al meglio il dolore e l’incapacità a muovere. Il corpo, in breve tempo, lascerà il ginocchio piegato e ruotato all’interno nel primo caso e costringerà, nel secondo caso, le dita a deviare per compiere i movimenti che il polso non potrà fare. Questa modalità di compensi, nel tempo, porta all’instaurarsi di complicanze dolorose anche a carico di altre strutture. Non bisogna dimenticare che il corpo lavora bene se tutte le parti sono in equilibrio, quindiin questi casi la Riabilitazione e la Fisioterapia hanno l’obiettivo di Prevenire l’aggravarsi della malattia attraverso un Programma Educativo concordato con la persona che preveda Tecniche di Terapia Manuale, Rieducazione Posturale e al Movimento, Terapia Occupazionale, Educazione ad uno stile di vita più congruo al soggetto.

- Terzo grado: in questa fase, dove la malattia e la sintomatologia sono complesse e spesso compromesse, il ruolo della Riabilitazione e della Fisioterapia diviengono determinanti al fine di stabilire le strategie per il recupero e il mantenimento dell’autonomia e dell’autosufficienza. Utilizziamo la Tecnica Manuale che lavora specificatamente sulla patologia articolare e settoriale ( temporo-mandibolare, piede o caviglia, spalla o mano-dita, colonna cervicale) e come sempre, sfruttiamo la Rieducazione Posturale che diventa preziosa per affrontare il sovraccarico articolare che si presenta anche nei movimenti più semplici ma ripetitivi della vita quotidiana( prendere un bicchiere, tagliare con il coltello, infilare i calzini). Fondamentale nell’approccio terapeutico di questa fase è la Terapia Occupazionale che ci permette di apportare tutte quelle modifiche necessarie affinché il soggetto possa in maniera funzionale superare i suoi handicap.


IMPORTANTE, per il soggetto affetto da Artrite Reumatoide ma in generale in tutte le malattie degenerative è FODAMENTALE coltivare la fiducia in quello che sta facendo per sé; non affaticarsi nelle attività quotidiane, circondarsi di persone positive, stare molto all’aria aperta e praticare attività ludiche come dipingere o cantare o semplicemente godere del verde degli alberi. Consigliamo tutti di alimentarsi con cibi di qualità evitando zuccheri, troppa carne e troppe farine.


A CHI RIVOLGERSI Per avviare un Trattamento Riabilitativo o di Fisioterapia in caso di artrite reumatoide è fondamentale rivolgersi a un Fisioterapista che abbia esperienza di questa patologia. Ricordare che un Trattamento Riabilitativo corretto non procura mai dolore, non è aggressivo e traumatizzante, ma graduale e rilassante. Non avete nulla da “rinforzare”, se non lo spirito positivo in ciò che vi accingete a fare. Al termine del trattamento ci si deve sentire rilassati e non stanchi. Non devono manifestarsi dolori né tanto meno tumefazioni o infiammazioni articolari.

Presso il nostro studio di Fisioterapia e Riabilitazione di Maria Grazia Gentile, Narni Scalo e Viterbo troverete aiuto. Contattateci anche per informazioni.

Fisioterapia Posturologia - Metodo MEZIERES

Trattamento ATM

Trattamento Cicatrici

Dolore cervicale

Reumatismi

Scoliosi

Piede Piatto

Rieducazione motoria post-chirurgica e post-traumatica

Riabilitazione pavimento Pelvico PROSTATECTOMIA RADICALE

RiEducazione Pavimenyo Pelvico PROSTATECTOMIA RADICALE

Perineo

RiEducazione Al Movimento
Ginnastica Posturale

Riabilitazione Motoria

Riabilitazione Tecniche Manuali

Terapia Cranio Sacrale

Fisioterapia
Metodo Bates
Educazione Visiva
Condividi su: